Ristoranti Alternativi

Qualche tempo fa abbiamo “recensito” lo Scapricciatiello in quel di Lido Conchiglie, quest’oggi ci spostiamo sul versante adriatico.

Se passate da Porto Badisco, non potete non fermarvi a mangiare alla trattoria “Le Taiate”; si mangia su tovaglie di carta, i bicchieri sono di plastica ma … le cozze alla vampa, la frittura di paranza, il pesce arrosto  … e ho detto tutto.

Credo che “fuori stagione” sia aperto solo il sabato e la domenica, forse vale la pena di telefonare per “assicurarsi” un posto a tavola.

Visualizzazione ingrandita della mappa

Annunci

Otranto – the other side

Non è una foto inviata da qualche sonda su Marte; siamo molto più vicini, quelle che vedete sono le cave di bauxite (abbandonate da tempo) di Otranto.  Pareti rosse e laghetto smeraldo, uno spettacolo incantevole, molto meglio delle affollatissime stradine del centro storico.

vista la mia nota pigrizia 😆 … altre foto e localizzazione su google earth e su argonauti

Giudice Mastrangelo – ultima puntata

Stasera si è conclusa la seconda serie del “Giudice Mastrangelo”, un grande spottone (in replica) per il Salento. Iniziamo dal finale, quel romantico finale con il tramonto gallipolino e la barca in rotta per Taormina … la rotta più o meno è quella, ma ho il dubbio che invece che in Sicilia stessero andando a pescare allo “spaccaturo”, uno strapiombo pescosissimo (con i gps i riferimenti a terra non me li ricordo più, diciamo che lo spaccaturo è un 3 miglia al traverso della torre di Santa Caterina).
Questa sera si è visto molta Gallipoli (le scene al porto del Canneto – fra la piazzetta della fontana greca e la città vecchia sullo sfondo), un po’ di Taranto, una splendida masseria fortificata riadattata a villa (a parte quella che si vede nel tf, lungo tutta la costiera neretina ci sono altre masserie fortificate e torri d’avvistamento con diversi gradi di restauro).
Non è che mi sia impegnato allo spasimo, ma son due serie che mi chiedo dove si trovi la “casa” del giudice, stasera credo d’aver ristretto a due le zone possibili: Andrano e Tricase, più la prima; se vi capita non potete non fare un tour partendo da Otranto e scendendo fino a Leuca, luoghi e panorami incantevoli, fermatevi tutte le volte che vi è possibile, camminate, guardate e fotografate … alla fine ci metterete una settimana a fare 30 Km … ma ogni metro merita.
Dimenticavo … il palazzo che ospita la sede della Procura si trova a Muro Leccese, è il “Palazzo del Principe” sede del Consiglio Comunale; nel bar che si trova di fronte… il caffé è ottimo 😉

Porto Badisco

Visto dal satellite ( 40° 4’47.63″N  –  18°29’0.16″E  mappa e foto da “panoramio” qui) lo si potrebbe scambiare per un fiordo norvegese; in effetti siamo sull’Adriatico, 8 Km a sud di Otranto. In un unico luogo spiaggia, scogli e acqua cristallina, praticamente impossibile che all’interno il mare sia agitato ed un gioco di correnti permette un continuo ricambio dell’acqua. Questa cala è il paradiso dei pescatori, quando c’è il passo delle lampughe e delle aguglie (a settembre) … le “poste” sono prenotate, durante tutto l’anno si può aspirare a catture interessanti; buon ultimo, la spiaggia permette di calare a mare le barche carrellate.

Leggenda narra che Virgilio si ipirò a Porto Badisco per la “location” dell’approdo di Enea. Sulla parete rocciosa più alta si apre la “Grotta dei Cervi” insediamento risalente al neolitico con più di 3.000 pittogrammi (qui qualche notizia in più).

… le notizie per invogliarvi ve le ho date, la curiosità è stata stuzzicata

il resto tocca a voi 🙂

Ristoranti … alternativi

mettiamola così, io posto delle indicazioni, vi linko qualche cosa che ho trovato in rete … ma non mi assumo alcuna responsabilità; il perché è presto detto: per noi “indigeni” in agosto il locale in questione è (praticamente) off-limits … a giungo e a settembre si mangia con più calma e non c’è da fare la fila 😆

Stiamo parlando del mitico “Scapricciatiello” sul lungomare di Lido Conchiglie (litoranea Gallipoli- Santa Caterina) (qui e qui due foto da fotoalbum di “effeci”) come noterete si mangia con le posate di plastica, il servizio e l’arredo sono “spartani”, non si può prenotare … ma si mangia benissimo spendendo molto poco e si è letteralmente a  due metri dal mare.

(commenti qui e qui) (foto tratta da: Lidoconchiglie.it)

che dire altro? … buon appetito 😉

consigli per il mare

questa imagine (dal sito: salento.us/lacorte) vi mostra la splendida caletta di Acquaviva – Marina di Marittima (fra Castro ed Andrano). Il posto è bellissimo, l’acqua (grazie anche agli sbocchi di acqua meteorica) è sempre così trasparente, tutto bellissimo ma … come potete notare è piccolina, si riempie “presto”; il suggerimento è di andarci al mattino prestissimo per poterla gustare in tutta la sua bellezza.

(su google earth la trovate a:  39°59’27.79″N –  18°24’51.28″E )