io l’ho visto

iniziamo col dire che ci vuole una bella faccia tosta ad abbandonare un cane, un gatto, un canarino o quel che preferite. Pensateci prima di prenderne uno, siate certi di sapergli dare l’affetto che merita, non è un giocattolo da buttar via quando non ci piace più o ci impiccia per le vacanze.

vi segnalo questa lodevole iniziativa:

Un sms per salvare i cani abbandonati:    Io l’ho visto! Una campagna contro l’abbandono dei cani è stata lanciata dal sito prontofido.net in collaborazione con la polizia stradale, la società Autogrill, “Radio 105” e “Radio Monte Carlo”.

L’iniziativa: Segnalare un cane abbandonato esclusivamente sulle autostrade italiane

Come fare: Comporre un sms ed inviarlo al numero 334.105.10.30

Cosa segnalare Sono necessari per il ritrovamento almeno i seguenti dati:     * Ora dell’avvistamento   * Località e provincia   * Autostrada e direzione

I messaggi saranno pubblicati sul sito http://www.prontofido.net e inoltrati alla Polizia Stradale che attiverà le misure di emergenza inviando proprie pattuglie e i servizi veterinari.    Durata dell’iniziativa    Il servizio è attivo fino alla fine di agosto ed è esteso alla sola rete autostradale.    Attenzione: non distrarsi mentre si è alla guida!    La Polizia Stradale e “prontofido” raccomandano di raggiungere la prima area di servizio prima di inviare l’sms o di chiedere al compagno di viaggio di farlo. La campagna “Io l’ho visto” è sostenuta da molti personaggi famosi che hanno prestato la propria voce per promuovere l’iniziativa sulle frequenze di Radio 105 e Radio Monte Carlo, da Maurizio Costanzo a Licia Colò, da Fulco Pratesi a Jarno Trulli, da Maria Grazia Cucinotta a Lella Costa.

link utili: polizia di statoprontofido

The Day After Tomorrow

Ieri sera un violento nubifragio si è abbattuto su Milano, le cronache sono ormai piene di notizie su queste violente manifestazioni atmosferiche; sarà certamente eccessivo come paragone ma è difficile non ricordare le scene iniziali di “The Day After Tomorrow” … in un altro film la proverbiale orchestrina suonava mentre la nave affondava, spero sia solo un azzardato parallelo.

Compleanni e complemesi

Pieni gli alberghi a Tunisi per le vacanze estive …

Le vacanze sono alle porte (beato chi le farà) e questo blog compie il suo primo mese di vita su questa piattaforma, colgo l’occasione per ringraziare tutti voi per le numerose (ed assolutamente inaspettate) visite; non sperate che il caldo inibisca gli attacchi di grafomania 😆

Buona domenica

Mentre fate il bagno, tifate per la Spagna o per la Germania, mentre vi mettete il costume e scoprite che vi sta più stretto, mentre fate quello che vi pare … ricordate che l’odio serve a renderci più produttivi ed efficienti, se ci fa venire l’ulcera, mille volte più intelligente amare!

Tunguska

TunguskaOggi, oltre agli esami di maturità della Billolina (andati benissimo!!!) ricorre anche un compleanno importante, cento anni fa succedeva qualche cosa di strano ed ancora inspiegato a Tunguska (siamo in Siberia nel lontano 1908), i più forse associeranno il nome del luogo con un episodio di X-Files, i più accorti ed appassionati di misteri avranno invece capito subito di cosa parlo. Ho trovato questo interessante articolo su “Corriere.it”, è abbastanza lungo e ve lo propongo dopo il Continua a leggere

Sabato Sveglia all’alba (o quasi)

domattina sveglia presto, prestissimo; domani (vista l’ora … oggi!!!) è un giorno importante.

Billa, anche se vogliamo bene agli animali:

IN CULO ALLA BALENA  !!!

Non c’è gusto in Italia ad essere intelligenti

Era una notte buia e tempestosa del novembre 1977 quando Roberto ‘Freak’ Antoni e gli Skiantos “rubavano” un turno di registrazione ad un misconosciuto Rossi Vasco che, all’epoca, incideva per la “Borgatti Music”, casa discografica specializzata in liscio.

Freak Antoni e Soci erano la risposta italiana al movimento Punk (in seguito sarebbe stato etichettato come “Rock Demenziale“), li ricordo perché ero l’unico che li mandava in radio, li ricordo perché i testi mi facevano morire/riflettere, li ricordo oggi perché sono i Papà di Elio e le Storie Tese, li ricordo perché (qui ci vuole buona memoria sul serio), con una formazione diversa, Freak aka “Beppe Starnazza e i Vortici” era parte integrante di un magnifico programma musicale dell’epoca: “Mr. Fantasy” di Carlo Massarini. Quest’anno, per il trentunennale della pubblicazione del loro primo LP “Inascoltable”, festeggiano con la ristampa (senza alcuna modifica e/o correzione) ed allegato libretto.

Non credo che sia la loro canzone più significativa, di certo è fra quelle che mi divertono di più.

Mi Piaccion Le Sbarbine – Skiantos – Kinotto 1979

p.s. il titolo del post .. è il titolo di un loro album del 1987