vite vissute

con la stagione degli amori, con le lotte territoriali, capita che anche il più placido micio (stanziale) da giardino si ritrovi lontano dal suo habitat conosciuto; non conosce la zona, non conosce le persone e non c’è più al gattaro o la gattara che gli porta da mangiare. Invece di prenderlo a calci o di puntarlo con la macchina (a proposito, vi ricordo che è un reato!) … dategli una mano 😉

Annunci

incontri ravvicinati (del tipo pericoloso)

(ho trovato questa foto in rete e purtroppo non ricordo più dove … ma mi piace troppo e non resisto alla tentazione di condividerla, scusandomi con l’autore per la mancata citazione)

Non so cosa sia successo dopo lo scatto (e nemmeno quello che è successo prima) comunque non farei troppo affidamento sull’apparente svogliatezza del micio 🙂

Festa Nazionale del Gatto

e vaffanculo a Bigazzi!!!

Passioni

Passano i giorni, i mesi e gli anni (anche i lustri ed i decenni) ma le “passioni” rimangono le stesse 🙂

le vittime di halloween

gatti-neriqui di seguito un interessante articolo tratto da Romagnaoggi.it (da dove ho preso anche la foto) che vi invito a leggere, con un particolare avviso per gli eventuali pseudo-satanisti salentini: dovessi “pescarvi” non chiamerò la protezione animali, insieme al gatto  celebreremo il nostro rito propiziatorio contro l’idiozia che, lo prometto, non sarà indolore.
coglione avvisato …

BOLOGNA – Ci saranno anche in Emilia-Romagna le ‘ronde’ anti-satanisti, a tutela dei gatti neri, organizzate dall’Aidaa (Associazione italiana per la difesa di animali e ambiente) in occasione della notte di Halloween, tra sabato e domenica. Il presidente dell’associazione, Lorenzo Croce, che tra l’altro ha ricevuto una telefonata di sfida da parte di “un sedicente capo di una setta satanica che ha annunciato stragi di gatti”, e’ pronto a sguinzagliare i suoi volontari.
L’Aidaa ne conta circa 400 in tutta Italia) che nella notte della zucche faranno “pattugliamenti” degli “obiettivi sensibili” (cimiteri in primis) e delle “zone a rischio”, quelle magari in cui, in passato, sono state segnalate sparizioni di gatti. In regione, le ‘ronde’ salva-gatto saranno nelle province di Bologna, Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Ravenna, in particolare nelle zone montuose e isolate dell’Appennino.
Se a Bologna i volontari dell’Aidaa rastrelleranno otto cimiteri, monitorando in particolare la zona della Basilica di S.Luca (dove due anni fa, racconta Croce, “abbiamo messo in fuga alcune persone sospette che si sono lasciate alle spalle tre gatti, vivi”) e quella intorno a San Lazzaro, la zona in assoluto piu’ pericolosa in Emilia-Romagna, lancia l’allarme Croce, e’ quella di Mirandola (Modena), “dove e’ localizzato la punta sud-est del pentagono delle Bestie di Satana”.
E poi, pattuglie di volontari (formate da 3-5 persone) saranno presenti a vigilare sull’Appennino della provincia di Piacenza e Parma (dove in otto mesi “sono spariti 700 gatti, ma non tutti neri” dice Croce), ma anche a Reggio Emilia (dove sono state segnalate sparizioni) e in provincia di Ravenna. In caso di avvistamenti, spiega Croce, i volontari lo avvisano e poi parte la chiamata alle forze dell’ordine perche’ intervengano.

avances

gatti in amoreil periodo dei “concerti” (diurni e notturni) è ormai terminato, le gerarchie ormai definite ed il capobranco si gode il meritato premio 😉

Come cani e gatti (?)

Una tantum, una buona notizia; da Corriere.it la storia di un gattino ….

cani e gatti

Pebbles è il gattino, Poppy il labrador che l’ha salvato, insieme alla sua padrona, Emma O’Donnell di 23 anni. Pebbles era abbandonato in un cantiere, Poppy l’ha ritrovato (olympia)