chiare fresche e dolci acque

salento-spiaggiacome previsto e con meno tramontana di quanto si pensasse, le acque salentine sono tornate alla “solita” chiarezza cristallina regalando una domenica di acqua azzurra acqua chiara 🙂. Schiuma, alghe, acqua torbida sono (protagoniste delle cronache per un paio di giorni) già finite nel mondo dei ricordi e delle paure. Le cose sono ritornate a posto, il mare è quello di sempre, quello di cui devono preoccuparsi quelli che non sono ancora in vacanza è l’ondata di calore che ci sta arrivando addosso. Preparandoci alla solita disputa fra calore effettivo e calore percepito, per sicurezza teniamo a portata di mano il telecomando del condizionatore 😉

Annunci

schiuma in mare

Blinkyda qualche giono (lo scirocco concomitante non può essere solo una coincidenza) le cristalline acque salentine sono  meno cristalline del solito, una strana mucillagine ed una ancor più strana schiuma fanno corona alle nostre coste. Mentre ci si chiede se la colpa è dei depuratori che non depurano, dei violenti acquazzoni delle scorse settimane (che avranno riversato a mare quantità industriali di schifezze varie), delle navi che all’altezza del Capo di Leuca rifanno il look a cisterne e sentine … fra turisti ed autoctoni inizia a serpeggiare il timore di vedere sottocosta qualche parente del simpatico pescetto tri occhiuto dei Simpson. Mentre aspettiamo una provvidenziale tramontana (a naso direi che fra stanotte e domani ne parte una “interessante”) che “pulisca” tutto quanto, ci consoliamo con un tempo capriccioso che, indipendentemente dalla pulizia delle acque, non invita a fare il bagno.

Immersi nel verde

Quando di una casa si dice “immersa nel verde” in genere si pensa ad un giardino ben curato …ma qui si esagera, decisamente si esagera 😛 siamo a Gallipoli, più precisamente dalle parti di Punta Pizzo ed il verde è dovuto alle distese di origano e rosmarino (ottimi per le frisellate notturne) … ‘na favola 🙂

Sole, Mare … vele e bandiere

da Corriere.it un resoconto della presentazione del report “Guida Blu” con risultati lusinghieri per la Puglia … ed il Salento in particolare 😉 Copertina2009

riconoscimenti
Mare del Salento garantito da Legambiente e Touring Club
Per il 2009 hanno conquistato le tanto ambite «5 vele» assegnate da Guida Blu. In Puglia 36 spiagge «griffate»

La presentazione del report di Guida Blu

LECCE – Sono Nardò e Ostuni le località balneari «garantite» da Legambiente e Touring Club Italiano. Ovvero litorali che, per il 2009, hanno conquistato le tanto ambite 5 vele assegnate da Guida Blu, giunta alla nona edizione. Ma la situazione delle acque pugliesi è complessivamente in ascesa dato che nel catalogo stilato dalle due associazioni (presi in esame parametri come paesaggi, accoglienza turistica, fondali, luoghi d’interesse storico-culturali e pulizia) figurano ben 36 spiagge “griffate” per una media di 3 vele. Vanno meglio solo la Sardegna (3,4 vele) e la Toscana (3,03).

IL MARE DOC – Ecco la graduatoria dei paradisi del mare: Nardò, Ostuni (5 vele); Diso, Andrano, Chieuti, Manduria, Otranto, Castro, Gallipoli (4 vele); Salve, Isole Tremiti, Ginosa, Giovinazzo, Vico del Gargano, Monte Sant’Angelo, Vieste, Tricase, Mattinata, Lesina, Gagliano del Capo, Polignano a Mare, Monopoli, San Nicandro Garganico, Ischitella, Rodi Garganico, Margherita di Savoia, Carovigno (3 vele); Patù, Castrignano del Capo, Melendugno, Porto Cesareo, Maruggio, Ugento, Peschici (2 vele); Castellaneta Marina, Trani (1 vela). Dal punto di vista territoriale la gran parte dei riconoscimenti vanno alle province di Lecce (14 località segnalate) e di Foggia (12). Seguono Taranto (4), Bari (3), Brindisi (2) e Bat (1). «Quelle che ogni estete suggeriamo come mete di vacanze – afferma Francesco Tarantini, presidente regionale di Legambiente – sono località che hanno scommesso sulla qualità e sui servizi. La classifica conferma buoni voti per il mare pugliese, ma dobbiamo fare di più. La scelta della Regione di valorizzare il turismo è incompatibile con quella del governo della localizzazione di centrali nucleari nel nostro territorio».

Vito Fatiguso
28 maggio 2009(ultima modifica: 29 maggio 2009)

anticipi d’estate

PICT0001Porto Badisco ed il suo colorato “fiordo”; se il condizionatore è sotto stress … consoliamoci con le immagini 😛

Bandiere Blu

Castro e Salve hanno ottenuto la “Bandiera Blu 2009” dalla Foundation for Environmetal Education (Fee), la puglia ne vanta complessivamente 7 (2 in più rispetto allo scorso anno), godiamoci questo meritato riconoscimento 🙂
di seguito la lista delle località pugliesi

PUGLIA (7): Rodi Garganico (Foggia); Polignano a Mare (Bari); Ostuni-Marina di Ostuni (Brindisi); Castellaneta, Ginosa-Marina di Ginova (Taranto); Castro, Salve (Lecce)

consigli per il mare

questa imagine (dal sito: salento.us/lacorte) vi mostra la splendida caletta di Acquaviva – Marina di Marittima (fra Castro ed Andrano). Il posto è bellissimo, l’acqua (grazie anche agli sbocchi di acqua meteorica) è sempre così trasparente, tutto bellissimo ma … come potete notare è piccolina, si riempie “presto”; il suggerimento è di andarci al mattino prestissimo per poterla gustare in tutta la sua bellezza.

(su google earth la trovate a:  39°59’27.79″N –  18°24’51.28″E )