incontri ravvicinati (del tipo pericoloso)

(ho trovato questa foto in rete e purtroppo non ricordo più dove … ma mi piace troppo e non resisto alla tentazione di condividerla, scusandomi con l’autore per la mancata citazione)

Non so cosa sia successo dopo lo scatto (e nemmeno quello che è successo prima) comunque non farei troppo affidamento sull’apparente svogliatezza del micio 🙂

Annunci

Festa Nazionale del Gatto

e vaffanculo a Bigazzi!!!

clonazioni … imperfette

amori e regali

San Valentino si avvicina, se pensate di regalare un animale alla vostra (ma anche al vostro) amata, invece di spendere una caterva di soldi per animali che (potrebbero) alimentare il traffico illecito di cuccioli (prevalentemente dall’est Europa) adottatene uno da un canile, da un rifugio o da dove preferite voi; sarete più contenti voi, sarà più contento lui 😉

a qualcuno piace …. freddo!

(AP Photo/Franka Bruns)

In Italia c’è il tuffo nel Tevere (qui c’è da dire che più che il freddo da temere c’è l’acqua inquinata), a Firenze ci si tuffa nell’Arno, qua e la direttamente in mare …insomma, complice una bella giornata il tradizionale bagno di capodanno non è drammatico come quello di questo signore fotografato a Berlino. Questo rito propiziatorio (che personalmente fa rabbrividire) sembra la versione sadomaso del modo di vivere dei macachi giapponesi (conosciuti anche come scimmie della neve) che passano la loro

EPA/EVERETT KENNEDY BROWN

vita nelle piscine naturali di Nagano … non lasciatevi ingannare dal ghiaccio e dalla nevicata, le piscine sono alimentate da una sorgente di acqua calda! Mica scemi i macachi giapponesi 🙂

non svegliare l’ippopotamo che dorme

in genere si pensa che animali come squali, leoni, coccodrilli vivano una vita se non facile, almeno “sicura”; per quanto riguarda gli squali abbiamo già smentito questa credenza, oggi ci occupiamo dei coccodrilli, per la precisione di un coccodrillo che ha avuto l’infelice idea di intrufolarsi in un corso d’acqua occupato da un branco di (apparentemente) placidi ippopotami:

l’intera sequenza fotografica (ad opera di Vaclav Silha) ed il commento di Simona Marchetti sulle pagine di Corriere.it

abbandono animali

abbandono… e magari ci sarà qualche coglione che invece di darsi una mossa avrà da ridire sugli autori della campagna.